Quali sono i tipi e gli usi dei contenitori monodose?

Gli imballaggi monodose sono stati commercializzati dalle aziende per diversi decenni come strategia per aumentare i test e la penetrazione del mercato, soprattutto nelle società economicamente svantaggiate dei mercati emergenti.

Molto spesso si presume che l’esistenza di una sottoclasse economica sia un prerequisito necessario per il successo della strategia di marketing della monodose.

Le confezioni monodose riflettono il comportamento del consumatore e le sue preferenze d’uso. Oggi le dinamiche dei mercati e delle industrie alimentari sono sempre più importanti, per cui il packaging con la facilità di portabilità è diventato un accessorio importante nella nostra vita quotidiana.

Il packaging monodose è in circolazione da diversi anni, ma il nostro stile di vita subdolo lo ha fatto risaltare di recente. Tale imballaggio è chiamato anche “Stick” o “Stick Pak” per la sua forma lunga e sottile, che assomiglia a una singola dose di gomma.

Le loro piccole dimensioni parlano della loro caratteristica distintiva: la portabilità.

Un pacchetto Stick Pak è sigillato ad entrambe le estremità e scorre su una riempitrice FFS verticale personalizzata in modo da avere una cucitura che si estende per tutta la lunghezza del pacchetto.

EnvaStick monodose

La struttura del film utilizzato per le confezioni monodose è la stessa disponibile per altre comuni applicazioni di sacchetti flessibili. Questi includono PET, MET PET o PPFP (foglio di carta/alluminio/poliestere/poliestere/alluminio). Le linee di fustellatura per il film utilizzato per le confezioni monodose sono uniche e la cosa migliore è lavorare attraverso un partner di confezionamento a contratto, poiché queste specifiche dipendono dalle macchine.

Confezione monodose

Il film per l’imballaggio monodose può essere stampato, ma è sempre il cliente ad essere responsabile della fornitura dell’opera d’arte finale una volta definite le linee di fustellatura appropriate. La maggior parte dei bastoncini sono conservati su banchi di vendita al dettaglio contenenti quantità variabili di unità. Questi display in truciolato sono anche stampati con opere d’arte fornite dal cliente.

Vantaggi delle confezioni monodose

La convenienza e la portabilità sono vantaggi importanti delle confezioni monodose, ma ci sono altre caratteristiche che attraggono i consumatori e le aziende che utilizzano questa forma di imballaggio.

L’imballaggio monodose è considerato ecologico perché ha un ingombro così ridotto e quindi utilizza meno plastica e carta rispetto ad altri tipi di imballaggio con meno rifiuti.

Le dosi singole sono particolarmente facili da usare e da conservare, e sono convenientemente sagomate per fornire prodotti liquidi che possono andare in una bottiglia d’acqua o in un bicchiere con una bocca stretta.

Tipi di monodose più comuni

Le confezioni monodose più comuni si prestano ad applicazioni in monoporzione e in stick. Ciascuno può contenere tipicamente da 1 ml a 20 ml, a seconda della densità di massa degli ingredienti miscelati.

Alcune applicazioni di imballaggio monodose sono

  • Polveri da bere: gli aromi e gli additivi nutrizionali per l’acqua trovano la confezione monodose molto attraente, e vengono facilmente svuotate in bottiglie d’acqua. Il caffè istantaneo può anche essere confezionato in una confezione Stick Pak monodose.
  • Formula per bambini: quantità precise di formule in polvere sono facilmente erogabili da confezioni monodose, permettendo alle mamme in viaggio di mescolare gli alimenti senza misurarli.
  • Farmaceutico: la medicina fornisce applicazioni perfette per il confezionamento in monodose. La facilità d’uso e la precisione nel riempimento offrono vantaggi rispetto ad altri contenitori di farmaci. Confezioni monodose riempite con polvere, così come confezioni farmaceutiche liquide di dimensioni individuali, rendono facile per i consumatori ottenere la giusta dose.
  • Zucchero, spezie e salse: le miscele di spezie e le salse monodose sono confezionate in granuli come zucchero, sostituti dello zucchero, sale e in liquido per salse e condimenti come latte condensato, ketchup, senape, aceti, oli, maionese e altro ancora. I consumatori preferiscono le confezioni monodose per la portabilità e la convenienza, permettendo loro di portare con sé i loro bastoncini preferiti.
  • Campioni: gli esperti di marketing sanno che mettere i prodotti nelle mani dei consumatori è il primo passo cruciale nelle relazioni con i clienti. Le confezioni monodose forniscono un veicolo a misura di campione per il cibo, la salute e la bellezza e gli articoli per la cura della persona.

Le aziende di imballaggio a contratto forniscono informazioni specifiche sui prezzi per progetti chiavi in mano. Le dimensioni, la larghezza, il volume della tiratura, i requisiti di miscelazione, l’imballaggio, i dettagli dell’illustrazione e il flusso della polvere sono fondamentali per le stime dei prezzi. Se siete interessati potete contattarci a EnvaStick.

EnvaStick monodose

Consumo: in Bustina o Monodose

Le aziende stanno studiando i modelli di comportamento e le preferenze dei consumatori ed elaborando strategie per collegarli al consumismo. Il prezzo dissuade davvero il consumatore dall’acquistare un prodotto, ma c’è un comportamento più aperto della popolazione a sperimentare nuovi prodotti che simboleggiano un cambiamento di stile di vita, l’accessibilità e la portabilità.

Con la maturazione dei mercati urbani, la necessità di espandere i mercati sta diventando fondamentale per le aziende per migliorare i loro livelli di picco e di depressione.

Il mercato urbano e i suoi consumatori sono maturati nel corso degli anni, permettendo al venditore di individuare le tasche prospere in quelle zone. Le aziende studiano i modelli di comportamento e le preferenze dei consumatori ed elaborano strategie per collegarli al consumismo.

Un riflesso evidente di questa tendenza è la rivoluzione delle monodose. Le aziende si stanno orientando verso la strategia del prezzo unitario basso per espandere le vendite nel mercato alimentare in crescita. Gli studi dimostrano che la percentuale di prodotti di marca è elevata per una serie di prodotti di uso quotidiano.

I prodotti di marca rappresentano oggi il 65% delle vendite nelle capitali e la percentuale di prodotti senza marchio sta diminuendo drasticamente.

L’accessibilità economica rimane un vincolo importante per trasformare il potenziale in domanda effettiva. Mettete questo davanti alle persone attratte dagli annunci di prodotti di marca. Pertanto, i pacchetti a basso prezzo unitario offrono una proposta interessante per i consumatori a basso consumo per l’esposizione di questi prodotti.

Prezzo: Prezzo unitario basso

Nel corso degli anni, la strategia delle bustine si è rivelata così vincente che il 95% delle vendite totali di shampoo nell’India rurale è realizzato attraverso le bustine. Dieci anni fa, è stata sperimentata come strategia di marketing di una bustina.

L’obiettivo era quello di avviare i consumatori delle zone rurali a utilizzare lo shampoo al posto delle alternative tradizionali e nel processo aumentare i volumi di vendita e rendere lo shampoo accessibile alle masse.

Queste confezioni monouso si sono dimostrate popolari tra i consumatori. Anche i consumatori urbani hanno risposto con entusiasmo agli shampoo, così come il settore alberghiero.

Più recentemente, si è pensato di introdurre lo shampoo premium, organico, stick shampoo. Le vendite dello shampoo sono state per lo più in flaconi (il rapporto tra flaconi e bustine è di 95:5) e ora le aziende stanno cercando di passare alle bustine e di realizzare il flacone con una bustina in un rapporto di 75:25.

Questa tendenza si osserva anche per i prodotti alimentari, indicando una crescita considerevole nel passaggio dall’attuale confezione in bottiglia a quella monodose, che offre ai consumatori i loro marchi preferiti in confezioni a basso prezzo unitario con il dosaggio ideale.

Vantaggi della dose singola

Recupero di mercato per imballaggi monodose

Il più delle volte, il consumatore è guidato al momento dell’acquisto più dal packaging che dal contenuto, da qui l’importanza di creare un packaging fresco, semplice e innovativo, e il marchio deve cercare di offrire un’esperienza extra all’acquirente.

Secondo Statista, il fatturato dei servizi di imballaggio ed etichettatura negli Stati Uniti sarà di 7,133 miliardi di dollari entro il 2020, a dimostrazione dell’importanza di questo settore.

Ora più che mai, le aziende alimentari hanno bisogno di strategie di marketing basate su valori e trasparenza. Devono anche essere abbastanza agili da adattarsi alle mutevoli richieste dei consumatori e ai canali di partecipazione in costante evoluzione.

Il mercato dell’imballaggio monodose ha una prospettiva positiva grazie all’elevata crescita dell’industria dell’imballaggio flessibile. L’aumento del reddito pro capite e la tendenza al rialzo degli imballaggi convenienti e rispettosi dell’ambiente stanno accelerando la domanda di questo tipo di imballaggi.

Le preferenze dei consumatori nelle economie emergenti come Cina, Brasile e Sudafrica si stanno gradualmente spostando dal tradizionale imballaggio rigido a quello flessibile innovativo.

Gli Stati Uniti e la Cina dovrebbero registrare la maggiore richiesta di imballaggi nei prossimi anni. Si prevede un aumento della domanda di monodose nei Paesi in via di sviluppo come la Cina, il Brasile e alcuni altri Paesi dell’Asia e del Pacifico, tra cui l’India e la Thailandia.

Il mercato globale degli imballaggi monodose è in rapida crescita dal 2011 e si prevede che sarà il mercato in più rapida crescita tra il 2015 e il 2020. Il mercato globale dovrebbe raggiungere i 316,61 milioni di dollari entro il 2020.

Il Nord America ha dominato il mercato, con una quota del 41% entro il 2014; questo mercato è trainato dall’aumento della domanda di prodotti a valore aggiunto, dalla concorrenza, dall’aggressività dei prezzi, dalla convenienza e dalla portabilità delle confezioni monodose, dall’aggressività dei prezzi, dall’aumento della spesa dei consumatori e dal passaggio dall’imballaggio rigido a quello flessibile.

Il mercato delle monodose in crescita

Si prevede che la regione dell’Asia-Pacifico diventerà il mercato in più rapida crescita per gli imballaggi monodose con la crescita più alta dal 2015 al 2020, in termini di volume. La crescente popolazione della classe media della regione, con un alto reddito disponibile e la domanda di prodotti in transito, sta guidando la crescita di questo mercato.

L’imballaggio monodose è un tipo di imballaggio flessibile. Prende il nome dalla sua forma: sottile e lunga. Le confezioni monodose sono facili da maneggiare, convenientemente piccole e adatte a prodotti in movimento. Industrie come quella alimentare, farmaceutica o i produttori di prodotti monodose preferiscono utilizzare questo tipo di imballaggio per i loro prodotti.

Il mercato globale si è espanso grazie agli sviluppi nel settore dell’imballaggio flessibile. La domanda di imballaggi monodose sta crescendo ad un ritmo significativo e si prevede che crescerà ad un ritmo ancora maggiore nel prossimo futuro.

Con l’aumento della popolazione e l’aumento dei redditi, l’uso di prodotti confezionati è in pieno boom e, di conseguenza, anche il mercato degli imballaggi monodose.

Questo mercato può essere classificato in tre categorie principali a seconda dell’applicazione:

  1. Cibo e bevande,
  2. Prodotti farmaceutici,
  3. Beni di consumo, nutraceutici e altri.

Il mercato globale è maturo nelle economie in via di sviluppo come l’Europa e il Nord America. La ragione di ciò è la rapida crescita del settore del packaging. La regione dell’Asia-Pacifico è il secondo mercato per importanza, con una quota del 30%.

Il mercato degli imballaggi monodose è trainato dalla domanda dell’industria dell’imballaggio flessibile. Stili di vita dei consumatori impegnati e dinamici hanno incoraggiato l’uso di prodotti convenienti. L’elevato reddito a perdere ha permesso agli utenti finali di spendere di più per nuovi tipi di imballaggi. Ancora più importante è il fatto che il cambiamento delle preferenze dei consumatori da imballaggi rigidi a flessibili ha dato una spinta al mercato degli imballaggi monodose.

Il mercato globale è caratterizzato da un’intensa concorrenza dovuta alla presenza di un gran numero di aziende grandi e piccole. Lanci di nuovi prodotti, fusioni e acquisizioni, partnership ed espansioni sono le strategie chiave adottate dagli operatori del mercato per garantire la loro crescita sul mercato.

Alimenti monodose

Mercato in dose singola: 2012 – 2026

La crescente domanda di cibi pronti, lavorati e convenienti, dovuta a orari sempre più affollati e al cambiamento dello stile di vita dei consumatori, ha portato a un improvviso aumento della necessità di imballaggi mobili con caratteristiche convenienti come la portabilità, l’apertura e la facilità di smaltimento.

Pertanto, diverse aziende di spicco stanno offrendo prodotti monodose per ridurre al minimo i costi complessivi di produzione e distribuzione, a dimostrazione del fatto che le confezioni portatili e convenienti stanno guadagnando terreno sul mercato.

Le confezioni stick stanno sostituendo le bustine, in quanto consumano circa il 40% in meno di foglio di alluminio rispetto alla busta rettangolare, e tendono ad avere una capacità di produzione superiore rispetto alla busta della macchina.

Mercato degli imballaggi monodose: controllori e restrizioni

L’aumento della domanda di soluzioni di confezionamento convenienti, il cambiamento degli stili di vita dei consumatori e i tempi stretti hanno portato ad un aumento della domanda di alimenti confezionati, e il crescente desiderio dei consumatori di un servizio unico, di convenienza e di un confezionamento continuo è il fattore principale che guida la crescita del mercato globale delle macchine confezionatrici verticali con confezioni monodose.

Inoltre, per soddisfare la crescente domanda delle aziende alimentari confezionate, stanno sviluppando soluzioni di confezionamento innovative che aiutano a mantenere la freschezza, a migliorare la sicurezza dei prodotti e ad aumentarne la durata di conservazione.

Questi sono alcuni dei fattori di rilievo che guidano la crescita del mercato delle monodose, tuttavia, la contaminazione alimentare, le crescenti preoccupazioni ambientali,

Mercato degli imballaggi monodose: Segmentazione

Il mercato delle monodose è classificato per tipo di prodotto, tipo di materiale, tipo di imballaggio, applicazione e utente finale.

A seconda del tipo di prodotto, il mercato è segmentato in:

A seconda del tipo di materiale, viene segmentato in:

  • Carta
  • Polietilene
  • Poliestere
  • Legno
  • Alluminio
  • Pellicole in polipropilene biorientato (BOPP)
  • Altri

A seconda del tipo di imballaggio, è segmentato in:

  • Bustine
  • Monodose
  • Borse
  • Box

A seconda dell’applicazione, è segmentato in

  • Prodotti cosmetici
  • Prodotti chimici
  • Bevande
  • Cibo
  • Altri

In base all’utente finale, il mercato è segmentato come segue:

  • Cibo e bevande
  • Prodotti per la cura personale
  • Prodotti farmaceutici
  • Assistenza a domicilio
  • Nutraceutici
  • Altri

Prodotti alimentari perfettamente confezionati

Per la maggior parte dei prodotti alimentari, la confezione deve vendere il prodotto. Ecco perché è così importante scegliere il giusto partner per l’imballaggio.

Noi di EnvaStick vi aiuteremo a scegliere la presentazione ideale. Forniamo il packaging perfetto che garantisce la massima durata di conservazione e la presentazione dei prodotti dei nostri clienti nel modo più accattivante possibile.

Perché i contenitori monodose sono così popolari?

Le confezioni monodose sono un tipo di imballaggio moderno. Sono facili da maneggiare e possono essere consumati ovunque.

Il termine “convenience food” diventa più importante e descrive il funzionamento del “comfort food“. Alimenti, prodotti farmaceutici, dolciumi o liquidi che vengono confezionati in comode confezioni monodose e quindi preparati per il consumo diretto da parte del cliente.

Le confezioni monodose offrono l’opportunità di consumare granuli, bevande, latticini o liquidi in modo rapido e lontano da casa, per poi poterli smaltire in modo semplice ed elegante.

Le confezioni monodose non solo deliziano il cliente, ma preservano anche l’ambiente, perché richiedono fino al 40% di materiale di imballaggio in meno per la stessa capacità di riempimento delle bustine. Pertanto, i produttori di alimenti possono ridurre notevolmente i costi dei materiali di imballaggio e contribuire a una migliore “impronta di carbonio” del prodotto.

Le confezioni monodose sono completamente stampabili e rafforzano l’identità del marchio anche nelle confezioni secondarie come scatole o secchielli. Sono pratici, utili, efficienti e rispettosi dell’ambiente.

Envastick in monodose

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *