Qual è l’origine delle torte? – Include 2 ricette

A proposito della torta

La storia della torta risale all’antichità. Le prime torte erano molto diverse da quelle che mangiamo oggi. Erano più simili al pane e dolcificati con il miele.

Spesso venivano aggiunti frutta secca e noci. Secondo gli storici dell’alimentazione, gli antichi egiziani sono stati la prima cultura a mostrare prove di capacità di cottura avanzate.

L’Oxford English Dictionary fa risalire la parola “torta” al XIII secolo. È una derivazione di ‘kaka’, un’antica parola nordica.

I panettieri medievali europei preparavano spesso torte di frutta e pan di zenzero. Questi alimenti possono durare molti mesi.

Secondo gli storici dell’alimentazione, i precursori delle torte moderne (torte rotonde con glassa) sono stati sfornati per la prima volta in Europa verso la metà del XVII secolo.

Ciò è dovuto principalmente ai progressi tecnologici (forni più affidabili, produzione/disponibilità di stampi per alimenti) e alla disponibilità di ingredienti (zucchero raffinato).

A questo punto, gli anelli per torte (stampi rotondi per modellare le torte che venivano posizionati su teglie piatte) erano ormai popolari. Potrebbero essere di metallo, legno o carta. Alcuni erano regolabili.

A volte si usavano le teglie da torta. La prima formazione di ghiaccio era di solito una composizione bollita dei migliori zuccheri, albume d’uovo e aromi disponibili (a volte).

Questa ciliegina è stata rovesciata sulla torta. La torta è stata rimessa in forno per un po’. Quando è stato rimosso, la formazione di ghiaccio si è raffreddata rapidamente per formare un rivestimento duro e lucido (simile al ghiaccio). Molti dolci fatti in questo periodo contenevano ancora frutta secca (uva passa, ribes, agrumi).

Solo verso la metà del XIX secolo la torta così come la conosciamo oggi (fatta con farina bianca finissima e lievito in polvere al posto del lievito) entrò in scena.

TRES LECHES TORTA AL COCCO

Utilizzare uno stampo 9×13

Ingredienti

  • 1 1/4 tazze di farina multiuso
  • ¼ di tazza di farina di cocco
  • 1 cucchiaino di lievito in polvere
  • ½ cucchiaino di sale
  • 1 cucchiaio di panna montata pesante
  • ½ tazza di burro non salato (1 bastoncino), di più per la padella
  • 1 cucchiaio di miele
  • 5 uova grandi
  • 1 cucchiaino di vaniglia
  • ¾ tazza + 2 cucchiai di zucchero
  • 1 oncia di 14 once di latte condensato Lecherita La Condesa
  • 13 ½ oncia di latte di cocco
  • 1 ½ tazza di latte intero
  • Calce grattugiata (a piacere)
  • 1 tazza di cocco zuccherato tritato

Preparazione

  • Riscaldare il forno a 350.
  • Imburrare una teglia 9×13.
  • Sciogliere il burro e il miele e metterli da parte.
  • Sbattere le farine, il sale e il lievito in una ciotola media.
  • Sbattere le uova, lo zucchero e la vaniglia in una ciotola più grande fino a quando tutto si schiarisce di colore ed è bello liscio.
  • Ora, a velocità più bassa o con un braccio più morbido, sbattere la farina in 2 aggiunte fino ad ottenere un impasto omogeneo.
  • Mescolare il burro e mescolare fino a quando non è completamente incorporato.
  • Versare il composto nella padella e cuocere per 25-30 minuti, girando la torta una volta a metà, fino a quando non sarà dorata e uno stuzzicadenti ne uscirà pulito. Sembrerà una specie di torta poco profonda. Non preoccuparti.
  • Mentre si cuoce la torta, mescolate i tre latti insieme e spalmate anche il cocco su una teglia da forno.
  • Quando la torta esce, mettete la noce di cocco nel forno.
  • Controllare e mescolare ogni 3-4 minuti. Ci vorranno solo 8-9 minuti per rosolare. Utilizzare uno stuzzicadenti per fare piccoli fori in tutta la torta calda.
  • Ora versateci sopra il latte, lentamente. Sembrerà un sacco di latte e ti verrà voglia di andare nel panico. Non farlo, la nostra torta galleggiava come una zattera!
  • Versate il tutto e aspettate: il 95% di quel latte verrà assorbito nella torta.
  • Lasciate raffreddare completamente la torta e anche il cocco tostato.
  • Ora sbattete insieme la panna, 2 cucchiai di zucchero e la scorza di lime fino a formare dei picchi duri.
  • Spalmate la crema sulla torta, poi cospargeteci sopra la noce di cocco.
  • Si può tenere in frigorifero per 3-4 giorni, anche se dubitiamo che durerà così a lungo.

***************

TORTA ROSA

Un ottimo dessert per un pranzo dopo l’estate o anche un picnic. Questo piatto nostalgico prende il posto che gli spetta come principessa regnante delle belle, dolci e facili da preparare per le torte in frigorifero.

Dosi: 6 – 8 porzioni

Ingredienti

  • 1 confezione di gelatina di fragole o lamponi
  • 385 g di latte condensato Lecherita La Condesa
  • 125 ml di succo di limone
  • 500 ml di panna montata
  • 440 g di fette di ananas sciroppate (sgocciolate)
  • 150 g (1 confezione grande) di marshmallows
  • 200 g (1 confezione) di biscotti al cocco (schiacciati)

Preparazione

  • Per prima cosa, preparare la gelatina secondo le istruzioni sulla confezione.
  • Raffreddare la gelatina fino a quando non inizia ad addensarsi, ma senza essere completamente realizzata.
  • Versare il latte condensato in una ciotola capiente e mescolare con il succo di limone.
  • Piegare la panna montata nella miscela di latte condensato Lecherita La Condesa.
  • Aggiungere la gelatina.
  • Aggiungere i pezzi di ananas
  • Mettere da parte 50 g di marshmallow.
  • Tagliate a metà i marshmallow rimasti con un paio di forbici e mescolate anche il preparato per la torta dal frigorifero.
  • Mettete uno strato di biscotti schiacciati su un piatto di torta del frigorifero.
  • Mettete un cucchiaio del preparato per torte in frigo sopra le torte.
  • Ripetere, a strati alternati, fino ad esaurimento di tutti i biscotti e del mix di torte.
  • Mettete la torta in frigorifero per un paio d’ore o una notte fino a quando non si sarà sistemata.
  • Infine decorare con i marshmallow riservati e servire.

Macchina confezionatrice Envastick

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *