Qual è il futuro del packaging intelligente nel settore della vendita al dettaglio?

Oggi, il 90% dei possessori di smartphone utilizza i propri dispositivi in negozio per la ricerca di prodotti, il che significa che i proprietari di marchi e i rivenditori devono affrontare una forte concorrenza. Gli acquirenti possono essere tentati non solo da altri concorrenti nel negozio al dettaglio, ma anche dai negozi online.

Non basta offrire una buona esperienza in negozio o prezzi competitivi; i consumatori sono alla ricerca di informazioni dettagliate e di offerte personalizzate a portata di mano. La generazione più giovane vuole soprattutto un impegno attivo con i proprietari dei marchi.

Diversi marchi di beni di consumo in rapida evoluzione stanno esplorando il packaging intelligente abilitato come un modo innovativo per connettersi direttamente con i clienti, migliorare l’impegno e comprendere le decisioni di acquisto.

Si è sparsa la voce su questo problema, ma oggi si prevede già che l’industria dell’imballaggio intelligente raggiungerà i 39,7 miliardi di dollari entro il 2020. Quindi, cosa sta guidando questa rinascita di interesse e come aiuterà i proprietari di marchi e i rivenditori a connettersi con i clienti in modo fresco, coinvolgente e creativo?

Imballaggio intelligente con tecnologia NFC: vantaggi per i rivenditori

Le etichette NFC possono contenere identificatori unici per ogni articolo, non solo per il tipo di prodotto, consentendo ai rivenditori di connettersi personalmente con gli acquirenti. I marchi possono favorire la fidelizzazione dei clienti offrendo contenuti unici, come le opportunità di cross-selling e up-selling e gli sconti per gli acquisti regolari.

Infatti, la ricerca di 4info mostra che le campagne che offrono una promozione superano le altre fino all’80%. Se i clienti possono accedere a tale sconto mentre sono in piedi accanto all’articolo, sono più propensi ad effettuare un acquisto.

Per consentire questa esperienza personalizzata, l’identificazione del cliente è fondamentale, come ha osservato BRP Consulting nel suo sondaggio POS 2018.

Utilizzando i tag NFC per interagire direttamente con i clienti e generare informazioni sul loro comportamento e sulle loro preferenze, il proprietario del marchio o il rivenditore può essere sicuro che offerte specifiche saranno perfettamente mirate in futuro per aumentare le opportunità di conversione.

Le etichette abilitate per NFC sono una pratica alternativa ai codici a barre e ai codici QR. Le etichette sono più piccole, più discrete e possono essere integrate sotto le etichette e le confezioni senza compromettere l’identità del marchio.

La tecnologia NFC è anche più resistente alla clonazione; l’ID unico impedisce la contraffazione e consente l’autenticazione del prodotto da parte del proprietario del marchio o del cliente.

Imballaggio intelligente abilitato per NFC – vantaggi per i clienti

Viviamo in un mondo sempre più connesso, con circa l’80% dei possessori di smartphone che hanno in mano lettori NFC. Non sorprende quindi che la gente creda sempre più che il packaging intelligente sia il passo successivo.

I clienti potranno beneficiare di servizi interattivi e personalizzati più user-friendly, tra cui guide “come fare”, ricette, dati di sourcing etico e coupon, il tutto accessibile con un rapido tocco del loro smartphone.

Questo contenuto può anche essere dinamico. I clienti possono ricevere diversi contenuti prima, durante e dopo l’acquisto.

Perché al giorno d’oggi il packaging intelligente non è abilitato per l’NFC ovunque?

Marchi come Johnnie Walker, Rémy Martin e Ferngrove Wine Group hanno implementato il packaging intelligente con la tecnologia NFC. Tuttavia, nonostante i numerosi vantaggi, gli esempi di tecnologia NFC all’interno dei prodotti sono limitati, in gran parte a causa dei costi.

Fino ad ora, le campagne basate su NFC si sono limitate a prodotti di alto valore con un alto margine di profitto o a prove di prodotti a basso volume e promozioni di marketing.

Sebbene i tag NFC costino più del 50% in più rispetto a 10 anni fa, il loro costo attuale è troppo elevato per gli articoli di uso quotidiano. Per entrare in questo mondo, i costi devono ancora scendere drasticamente.

Fortunatamente, i nuovi processi e le nuove tecnologie imminenti influenzeranno sia il costo dei componenti chiave, come il circuito integrato, sia il modo in cui vengono assemblati l’antenna e il tag, avvicinandoci all’inafferrabile obiettivo dell’1 per cento per tag.

La maggior parte degli esperti concorda sul fatto che il packaging intelligente compatibile con le NFC diventerà un must e che le proiezioni per l’adozione sul mercato di massa diventeranno realtà.

Macchina confezionatrice Envastick

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *