Opportunità e rischi dell’outsourcing per le PMI

Quali opportunità e rischi presenta l’outsourcing? Oggi vogliamo presentare i primi cinque (5) di ciascuno per le piccole imprese.

Outsourcing significa subappaltare una o più funzioni aziendali ad un’altra azienda, spesso chiamata terza parte.

Le aziende di ogni tipo e dimensione ricorrono all’outsourcing. Alcuni perché preferiscono concentrarsi esclusivamente sul loro core business, altri per risparmiare.

Un centro locale di riparazione veicoli, ad esempio, può esternalizzare la sua funzione contabile man mano che la sua attività cresce.

Potreste scoprire che il vostro semplice foglio di calcolo, che andava bene per registrare le ricevute e le fatture giornaliere, ora è troppo ingombrante e richiede molto tempo per essere mantenuto man mano che le finanze diventano più complesse.

In questo scenario, il costo dei servizi di terzi è compensato dal tempo liberato per svolgere il lavoro a pagamento. Svolgere un ruolo nella creazione di un domani più luminoso per tutti noi

Quali sono le opportunità e i rischi dell’outsourcing?

Quali sono le opportunità e i rischi dell’outsourcing? Ecco i cinque migliori di ciascuno.Outsourcing: le opportunità

Risparmierete sui costi.

L’outsourcing può costare molto meno che assumere un esperto, per non parlare della creazione di un reparto completamente nuovo. I servizi professionali sono, naturalmente, deducibili dalle tasse e non dovrete pagare i contributi assicurativi nazionali per i dipendenti o adempiere ad altri obblighi relativi all’occupazione.

Risparmierete anche su voci come postazioni di lavoro, attrezzature informatiche e altre spese d’ufficio. Vale sicuramente la pena di calcolare la quantità di denaro che l’outsourcing potrebbe farvi risparmiare.

Accelererà le cose.

Affidando l’incarico a un esperto affermato, è possibile ottenere le cose molto più velocemente di quanto si farebbe se si scegliesse di assumere e/o formare un membro del personale. A seconda delle dimensioni e della complessità della funzione da esternalizzare, è possibile avere un partner di outsourcing in pochi giorni.

Si può essere più efficienti.

Potete scoprire modi per aumentare l’efficienza nella vostra azienda quando esternalizzate, e questo a sua volta potrebbe consentirvi di ottimizzare altre aree del vostro business. Ciò andrà a vantaggio dei vostri clienti e rafforzerà il vostro vantaggio competitivo.

Potete esigere la qualità

In qualità di cliente, potete impostare i livelli di servizio a cui volete che il vostro partner di outsourcing si attenga. Potete beneficiare delle migliori pratiche della disciplina senza dover effettuare alcun investimento al di là del canone contrattuale.

Sei tu che hai il controllo.

Sia che abbiate bisogno del servizio in outsourcing per alcune settimane, per diversi mesi o a tempo indeterminato, avete il controllo. Potete negoziare un accordo di outsourcing che funzioni per il vostro budget e il vostro ciclo economico

Outsourcing: i rischi

Non sarai direttamente responsabile.

Nella maggior parte dei casi, i servizi in outsourcing sono forniti dalle strutture del fornitore di servizi e sono supervisionati dal suo personale. Ciò significa che non avrete il controllo diretto della gestione.

Quindi, se siete davvero pratici o vi piace gestire la micro, l’outsourcing potrebbe non fare per voi.

Condividerete i dati.

A seconda della funzione che si desidera esternalizzare, è possibile affidare dati riservati a terzi. Se esternalizzate il libro paga o le risorse umane, ad esempio, quel fornitore avrà accesso agli indirizzi di casa dei vostri dipendenti, alle informazioni su stipendi e bonus e così via.

Perturbazione della vostra attività

Cosa succede se il vostro fornitore fallisce? C’è il rischio di perturbare la vostra attività se la vostra società di outsourcing chiude. Prima di firmare qualsiasi accordo, fate i vostri compiti con qualsiasi fornitore di servizi e valutate se il rischio è reale e, in caso affermativo, come influirebbe sulla vostra attività.

La sua reputazione potrebbe essere in gioco.

Se esternalizzate funzioni rivolte ai clienti, come l’assistenza post-vendita o la gestione dei sinistri, il modo in cui il vostro partner di outsourcing gestisce queste interazioni influirà direttamente sulla vostra reputazione e sulla vostra capacità di fidelizzare i clienti.

Compatibilità del sistema

Se il vostro fornitore di servizi utilizza sistemi informatici diversi o ha bisogno di installare e imparare a utilizzare nuovi software, i tempi e i costi necessari potrebbero annullare i vantaggi finanziari dell’outsourcing.

Cinque passi verso il successo dell’outsourcing

Pensate attentamente alla funzione che volete esternalizzare e identificate chi sarà interessato nella vostra organizzazione. Siate particolarmente sensibili se avrà un impatto sul lavoro delle persone.

Pensate anche ai cambiamenti che state apportando alle funzioni orientate al cliente: potrebbero portare a frustrazione o insoddisfazione? Analizzare i vantaggi dell’esternalizzazione della funzione aziendale.

I costi sono superiori ai costi? Quando un nuovo ristorante cercava di promuoversi attraverso i media locali e i social network, era difficile creare progetti per brochure, ecc.

Dopo aver assunto una società di marketing, l’azienda avrebbe esternalizzato il problema, risparmiando tempo e acquisendo materiali di marketing di qualità superiore.

D’altra parte, un ristoratore che si occupava di catering per eventi ha deciso di non esternalizzare la preparazione e la consegna dei cibi dopo aver valutato i rischi, come ad esempio

  • il partner di outsourcing non può consegnare cibo per un evento
  • se tutti gli interessati fossero formati all’igiene alimentare
  • se le strutture di cucina della coppia fossero certificate per la salute e la sicurezza.

1- Scrivi un piano.

Descrivete in dettaglio il vostro approccio, indicate cosa cambierà e chi ne sarà influenzato, e come. Decidete quando sarà il momento giusto per attuare il vostro accordo di esternalizzazione.

2- Insistere sulla proprietà.

Nelle trattative con i fornitori esterni, assicuratevi di mantenere la proprietà e il controllo della funzione. Documentatelo chiaramente nell’accordo o nel contratto.

3- Considerare le differenze culturali.

Se state esternalizzando ad una società al di fuori del vostro paese d’origine (nota come subappaltatore), prendete in considerazione qualsiasi differenza legale, contrattuale o culturale che possa essere coinvolta e come possa influire sulla vostra attività.

4- Gestire e amministrare.

Mantenere il controllo e proteggere la vostra azienda e i vostri dipendenti gestendo la transizione della funzione.

5- Mantenete i vostri dipendenti coinvolti.

La comunicazione e, se necessario, la riqualificazione dei dipendenti i cui posti di lavoro sono stati interessati dall’esternalizzazione sono di vitale importanza. Tienili impegnati a fondo.

Macchina confezionatrice Envastick

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *