il ruolo dell’esperienza del cliente

Di solito percorrevamo la lunga navata in un grande negozio al dettaglio scegliendo cosa acquistare in base alla nostra interazione con la forma, il colore e i messaggi sulla confezione. In questo vecchio mondo pre-digitale, questo era uno degli unici modi in cui i consumatori prendevano decisioni d’acquisto.

Nel mondo di oggi, tuttavia, anche la tradizionale esperienza di shopping faccia a faccia è arricchita dalla ricerca mobile on-the-go, e lo shopping online one-touch è comune.

I proprietari dei marchi continuano ad imparare e ad adattarsi alla realtà di come l’e-commerce sta cambiando per sempre l’esperienza di vendita al dettaglio.

Le aziende che pensavano che non avrebbero mai venduto prodotti attraverso negozi online o dispositivi mobili stanno lottando per trovare il canale migliore per raggiungere i consumatori.

Il packaging è stato a lungo un campione importante e un elemento di differenziazione per il marketing dei marchi sugli scaffali. Man mano che cambiano le abitudini d’acquisto, l’imballaggio rimane cruciale per l’esperienza del cliente.

Tuttavia, il loro ruolo sta cambiando man mano che i marketer si adattano a questa nuova esperienza di shopping digitale.

Adattamento al marketing digitale

Quando è diventato chiaro per la prima volta che l’e-commerce non era una moda, ma una nuova normalità che ha cambiato le regole del gioco, la maggior parte dei proprietari di marchi ha utilizzato una delle due strategie per adattare il proprio packaging alla nuova filiera.

O hanno usato la forma, lo stile, la struttura (forma) e il messaggio di marca del pacchetto che aveva funzionato per loro al dettaglio, oppure hanno creato una versione generica del loro marchio e dei messaggi di e-commerce come un modo per contenere i costi. .

Dopo tutto, avevano interagito con il loro consumatore online e avevano vinto l’acquisto. Perché spendere troppo per il packaging?

Questo può aver funzionato nei primi anni della transizione verso il mercato digitale, ma i marchi lungimiranti hanno presto visto un’opportunità e hanno iniziato a pensare alle transazioni di e-commerce in modo diverso.

Rischi e costi dei modelli di imballaggio “Vecchio Mondo

I rischi derivanti dall’utilizzo del modulo di imballaggio esistente e del messaggio di marca destinato agli scaffali dei negozi, o del modulo di imballaggio attuale con un messaggio di marca più generico, sono simili. L’imballaggio di un marchio per l’uso in negozio si basa sia sul modo in cui la confezione viene riempita con il prodotto, sia sul modello della catena di fornitura di marketing del rivenditore.

Non tiene conto della strategia di pick and place del negozio o dei carrelli della spesa online che consegnano vari articoli ai consumatori in una scatola marrone o in una borsa nera.

Gli elementi dell’imballaggio, come lo sfregamento di stampa e lo sfregamento di stampa, devono essere testati in modo diverso per soddisfare le esigenze uniche dell’elaborazione degli ordini online e della spedizione. Quando un prodotto viene consegnato a un cliente a casa sua, l’imballaggio è il momento in cui il cliente ha la prima interazione fisica con il prodotto.

imballaggio e commercio elettronico

Nuovo mondo, nuova strategia di confezionamento

I marchi si sono gradualmente resi conto della necessità di differenziare tra e-commerce e packaging al dettaglio, e quindi di ripensare il loro processo di ricerca e sviluppo per il packaging online. Inizialmente, questa necessità di rivalutazione è stata considerata negativa perché era un costo aggiuntivo per sviluppare due forme di imballaggio per ogni prodotto.

I marchi avevano già aumentato il loro investimento semplicemente per interagire con i consumatori online e tramite dispositivi mobili. Speravano che il packaging dell’e-commerce potesse ridurre i costi, o almeno essere neutro in termini di costi. Ancora una volta, hanno dovuto rivalutare un mondo che cambia.

Ben presto divenne chiaro ad alcuni brand marketer che questo nuovo packaging poteva servire come elemento positivo e differenziare il loro marchio con un impegno unico verso il cliente.

Hanno cominciato a vedere la scatola marrone o la borsa nera come quel regalo segreto sotto l’albero la mattina di Natale. Hanno potuto catturare l’entusiasmo dei loro clienti per il loro marchio in un modo completamente nuovo, creando nuove forme di packaging e messaggi di marca che sono usciti dal pacchetto inviato per posta.

Immaginate di aprire una scatola o un pacco che ricevete per posta e di cercare quello che sapete di aver ordinato online. E se vi trovate con un’esperienza ancora più positiva della fotografia di prodotto online? I brand manager lungimiranti capiscono l’importanza di questa interazione con il cliente e ne stanno approfittando.

Progettare momenti indimenticabili

Prima dello shopping digitale, la decisione di acquisto si riduceva spesso al classico momento della verità, quando i clienti interagivano per la prima volta con il prodotto fisico e la sua confezione sullo scaffale. Oggi l’acquisto avviene prima di questa interazione, quando un cliente inizia la ricerca di un prodotto online. L’interazione effettiva con il prodotto risale al momento della consegna dell’acquisto.

Il risultato di questo cambiamento nel processo è un nuovo 1,5 Momento di verità per il marchio: i clienti hanno cercato il prodotto e lo hanno acquistato. Al momento 1,5 hanno la loro prima interazione fisica con la confezione prima di utilizzare il prodotto stesso.

Si tratta di un’opportunità completamente nuova per fornire un’esperienza di marca ai clienti.

Gli esperti di marketing intelligenti lo usano come momento per rendere indimenticabile l’esperienza di coinvolgere il packaging del prodotto e di aprire il prodotto per la prima volta.

Macchina confezionatrice Envastick

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *